Secondo la World Federation of Music Therapy: 

"La musicoterapia è l'uso della musica e/o degli elementi musicali (suono, ritmo, melodia e armonia), da parte di un musicoterapista qualificato, con un utente o un gruppo, in un processo atto a facilitare e favorire la comunicazione, la relazione, l'apprendimento, la motricità, l'espressione, l'organizzazione e altri rilevanti obiettivi terapeutici al fine di soddisfare le necessità fisiche, emozionali, mentali, sociali e cognitive. La musicoterapia mira a sviluppare le funzioni potenziali e/o residue dell'individuo in modo tale che questi possa meglio realizzare l'integrazione intra- e inter-personale e consequenzialmente possa migliorare la qualità della vita grazie a un processo preventivo, riabilitativo o terapeutico”.

La musica stimola pensieri, ricordi, emozioni ed è un linguaggio universale che unisce persone di culture e nazioni diverse.

La musicoterapia è in grado di migliorare il benessere e la qualità della vita della persona attraverso il suono in tutte le sue forme, che diventa al tempo stesso un mezzo d’espressione, di comunicazione e di relazione.

Ascoltare, suonare, cantare e danzare si presentano come attività finalizzate allo scioglimento degli aspetti negativi e al coinvolgimento dell’energia creativa della musica.

La musicoterapia può essere applicata in sessioni sia di gruppo sia in individuali ed è adatta a tutti poiché la musica ha in sé il potere di entrare direttamente in contatto con l’essere umano.